Privacy Policy
negozio di animali

-L’ A B C del CRICETO

Abbiamo appena comprato un criceto e siamo alla ricerca di informazioni  su cosa mangiano i criceti, qual è il suo habitat,  informazioni sul parto bene qui troverete queste informazioni.

 

Cosa mangia il criceto

Una  corretta alimentazione del criceto  è basato sulla somministrazione di alimenti secchi tipo SEMI DÌ GRANO, SOIA, AVENA, GIRASOLE E ORZO e alimenti di fruttivendoli tipo VERDURE E FRUTTA non in quantità eccessive, dimenticavo mai fredde di frigorifero.

Come dare da bere al criceto

Il criceto può avere una ciotola abbastanza grande per il fabbisogno giornaliero,  ben ancorata poiché il nostro criceto è un po’ giocherellone e rischiamo di ritrovare la ciotola rovesciata. Ho in alternativa molto utile è il beverino che dosa l’acqua a seconda della sete del nostro amico,l’unica accortezza è quella di controllare che la pallina d’acciaio non si incastri,  bloccando la normale discesa dell’acqua. Sarebbe bene cambiare l’acqua tutti i giorni.

La gabbia del nostro criceto

Il nostro criceto ha bisogno di una gabbia almeno di cm 30X40X30h per un massimo di due esemplari. Arredato dei seguenti accessori una ciotola per il cibo e una per l’acqua per l’acqua no se abbiamo scelto di utilizzare il beverino, una casetta  e una ruota. Poi si possono aggiungere altri accessori tipo dei tubi in plastica e delle scalette.

Il fondo per la gabbia del criceto.

In commercio se ne trovano di più tipi , Ma noi vi consigliamo senza dubbio il tutolo di mais ,che non sarebbe altro che il torsolo della pannocchia triturato. Il tutolo di mais assorbe benissimo gli odori sgradevoli in più essendo naturale non è pericoloso per il vostro criceto anche se lo ingerisce. Lo strato minimo di tutolo  deve essere di 5 cm.  Inseriamo anche una buona quantità di carta assorbente tipo scottex o carta igienica, la carta non dovrà essere ne colorata ne profumata, il nostro criceto ci costruirà il suo nido. Non fornire mai cotone pericolosissimo per il criceto.

L’habitat naturale del nostro criceto

L’habitat naturale del criceto potrebbe essere ricostruito all’interno di una teca con uno strato minimo di 25 cm di terra, dove il nostro criceto possa scavare tunnel come farebbe in natura.

Il parto del nostro criceto

Ci accorgiamo che il nostra cricetina e incinta poiché la vedremo irrequieta e farà scorta di cibo e di carta assorbente con la quale costruirà il suo nido in attesa della nascita. La gravidanza  del criceto dura dai 15 ai 18 giorni dopo l’accoppiamento. Il parto del criceto avviene solitamente di notte il numero di cuccioli varia da uno ad un massimo di dodici. Durante la gravidanza è necessario separare il maschio dalla femmina perchè la femmina di criceto inizia ad aggredire il maschio con il rischio che lo uccida.  Dopo il parto non toccare mai i cricetini fino alla fine dell’allattamento all’incirca tre o quattro settimane, Pena la mamma dei criceti non riconoscerà più il loro odore e li ucciderà. Durante lo svezzamento è necessario tenere la gabbia in un ambiente caldo poiché i piccoli di criceto nasceranno ciechi e nudi.

Lascia un commento